Lorenzo Linguini

Un Panino d’Autore per un momento da gustare!


Voglio dedicare questo secondo post ad un cibo particolare… Anzi ad un momento particolare in cui consumare un cibo… Perchè in fondo sono spesso i cibi più importanti e significativi quelli legati ai nostri momenti o ai ricordi…
Quello che io ho scelto per il mio momento personale è il panino.. Come “perchè il panino”? Il panino è il riassunto di una qualsiasi cultura gastronomica… Un panino ti rappresenta negli stati d’animo, ti viene incontro nei momenti di bisogno… Ma soprattutto è una delle più assolute libertà espressive culinarie 🙂
Sono sempre stato dell’idea che un panino realizzato a dovere nel momento giusto possa essere molto più risolutivo di un pasto completo, magari anche di uno consumato al ristorante… Insomma chiamatemi “paninaro”, ma quando si parla di sandwich ed affini ritengo che il divertimento sia sempre assicurato…

Qualche esempio? Solo a Roma, nella mia amata città potrei pescarvene una decina di quelli seri… E se non vi bastano Tricolore, Gaudeo, No.Au o l’Open Baladin, ora vi è venuto anche in soccorso il Signor Panino direttamente da Firenze: Alessandro Frassica di ‘Ino nella nuova sede di Eataly!

Vabbè però il panino di cui parliamo oggi lo faccio io eh! Essi perchè è un panino speciale legato a un momento personale…
Volete sapere che momento? Ve lo dico subito, perchè è un momento che molti di voi rivivranno tra qualche giorno… Il momento che ho scelto per il mio panino è la gara dei 100 metri delle Olimpiadi!

Tutto è nato dalla scelta di un momento per il progetto Negroni, un momento attuale che potesse fornire da spunto per un panino con tutti i crismi… Un momento goloso e di grande soddisfazione… Ora cadrò sicuramente nella retorica ma a quanti di noi romani non scende una lacrimuccia di commozione quando si parla di panino con la mortadella (o mortazza)???
Io sono assolutamente uno di quelli, ma nel mio passato da piccolo goloso, il panino per eccellenza, da consumare davanti alla TV per la “merenda” con i 100 metri in diretta sullo schermo in compagnia di amici, non si limitava alla semplice mortazza… era molto più carico e godereccio… un momento “energetico” che ben si legava a quell’istante rapido ed intenso, di estrema tensione e palpitazione…
Per farla breve era un ricco panino morbido farcito con mortadella e maionese…!!!…
Lo so, non è il massimo della leggerezza, ma era nato da qualche esperimento culinario di noi piccoli merendari improvvisati… Eppoi detta in tutta sincerità (alla romana): ERA PROPRIO BBONO!!! 😛
Ora naturalmente le cose sono cambiate, sono cresciuto, il palato si è evoluto… Ma penso che niente sia in grado di sostituire o affievolire l’importanza di quel momento, concentrato di golosità infantile…
Per questo ora, alla veneranda età di 21 anni, ho deciso di rispolverare il mio panino con mortadella e maionese, modificandolo quanto basta per renderlo ancora più goloso ed attuale…
Gran parte del lavoro mi è stato facilitato dall’importanza del prodotto: la Mortadella Bologna Igp di Negroni, che, se possibile, ha anche migliorato la qualità rispetto al mio panino originale 🙂

Sul bel sito di Panino d’Autore inoltre potrete trovare tanti sandwich creativi con relativi momenti da ricordare…. Per non parlare dei super panini gourmet creati dagli chef italiani!
Ora passiamo agli ingredienti e alla realizzazione del mio panino “McMayo” (Mortadella, Carciofini e Mayonese)

Le modifiche sostanziali rispetto al panino originale sono state quelle di aver aggiunto i carciofini sott’olio, e di realizzare la maionese “homemade”.
Un’altra scelta importante è stata la tipologia di pane da usare, che in questa nuova versione ha previsto una stupenda losanga di pane al farro di Gabriele Bonci (chiamata “Long”)
Il risultato è un panino molto goloso e ricco nel condimento, che si regge sulle grassezze avvolgenti di mortadella e maionese, contrastate dalla puntuale nota acetata dei carciofini.

Ingredienti per il Mio McMayo:
-Losanga di pane al farro di Gabriele Bonci, “Long”
-Mortadella Bologna Igp “Negroni”
-Carciofini sott’olio di qualità (i miei erano pugliesi di “DeCarlo”)
-Maionese fatta in casa*

Ingredienti Maionese*
-Olio e.v.o. del Garda Dop (olio delicato)
-Succo di 1/2 limone non trattato
-2 tuorli di uova San Bartolomeo
-1 cucchiaino di aceto
-Sale e pepe bianco

Confezionamento McMayo:
-Tirate fuori dal frigo la mortadella facendola arrivare a temperatura ambiente.
-Sciacquate dall’olio in ecesso i carciofini e metteteli in una ciotolina.
-Preparate la maionese con uova ed olio a temperatura ambiente, lavorando con uno sbattitore elettrico i soli tuorli prima con aceto sale e pepe, e poi incorporando lentamente l’olio a filo ed infine il succo di limone fino a quando non sarà montata a dovere. Tenete da parte in frigo.
-Tagliate dalla losanga un panino della lunghezza desiderata e apritelo in due parti, se volete riscaldatelo leggermente su una piastra o in un fornetto.
-Farcite il panino spalmando su entrambi i lati uno strato di maionese, e disponendo, partendo dal lato inferiore, le fette di mortadella sormontate dai carciofini.
-Chiudete il panino e gustatelo intensamente con l’emozione che solo una finale dei 100 metri alle Olimpiadi può donare: con tanto gusto e più veloci di Bolt! 😀
Alla prossima!

-Lorenzo-

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata il luglio 25, 2012 alle 9:39 am ed è archiviata in Ricette. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

5 pensieri su “Un Panino d’Autore per un momento da gustare!

  1. JS22 in ha detto:

    Buonissimo…slurp! Però, per ovvi motivi, (leggi pigrizia e mancanza di tempo) io userò la maionese in barattolo. W le Olimpiadi!

  2. Alex in ha detto:

    Ho visto che sei pure nel sito della Negroni. Complimenti, bel panino! Azzeccata anche la scelta del nome McMayo…altro che panini di un altro famigerato Mc….!!!

  3. Piera in ha detto:

    Ottimo! l’ho già sperimentato anche se non con il pane di Bonci. In compenso la maionese l’ho fatta io a mano, era tantissimo che non succedeva. Il risultato è stato notevole. Grazie. Piera

  4. Pingback: SpaghettOro al PomodOro « Lorenzo Linguini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: